La “Fast Phobias Tecnique” è nata nell’ambito della PNL. Ma molte tecniche della PNL si possono utilizzare in uno stato di trance leggera, oppure conducono esse stesse in uno stato di trance. Per cui, ogni distinzione al riguardo è legata più a questioni teoriche o di “marchio” che a differenze sostanziali.

Fast Phobias Tecnique

La tecnica in questione rientra in un quadro più generale di metodologie che hanno preso spunto dalle tecniche di desensibilizzazione. In particolare si avvicina molto alle tecniche di “desensibilizzazione sistematica” introdotte da Wolpe negli anni 50 del XX° per la riduzione della risposta fobica e dell’ansia.

La desensibilizzazione consiste nell’esporre la persona che soffre alle sue paure più radicate, ma solo un po’ alla volta, finché riesce ad affrontarle completamente. Il procedimento della “Fast Phobias Tecnique” però è molto più veloce, e spesso l’intervento è limitato a una sola seduta.

L’esposizione graduale allo stimolo fobico può essere effettuata sia in vivo, che con tecniche di immaginazione guidata. In vivo si mette a confronto in maniera diretta il soggetto con l’oggetto o la situazione temuta. In maniera meno drastica, ma non meno efficace, le tecniche di immaginazione guidata utilizzano l’immaginazione dello stimolo. La “Fast Phobias Tecnique” appartiene a questo secondo gruppo, e per la sua particolare modalità d’intervento permette di affrontare lo stimolo in maniera dissociata.

Utilizzazione ed Efficacia

La caratteristica principale della “Fast Phobias Tecnique” è di essere estremamente semplice, efficace e rapida. Accade di frequente che la paura più radicata e tenace svanisca nel corso di una seduta.

La “Fast Phobias Tecnique” si rivolge alle paure e alle fobie di ogni tipo. Risulta però particolarmente efficace sulle monofobie, ossia sulle fobie che hanno origine da un’unica causa. La paura di parlare in pubblico, l’ansia sociale, la paura di un insetto in particolare, rientrano nei limiti del suo intervento.

Con questo tipo di tecnica si possono affrontare anche le problematiche relative a ricordi indesiderati o penosi. I ricordi non svaniscono, ma la Fast Phobias Tecnique riesce a renderli meno penosi o addirittura indifferenti, come se appartenessero a un’altra persona.

La “Fast Phobias Tecnique” ha un numero infinito di varianti. La mia preferita è quella del cinema, in cui si fa osservare alla persona lo schermo di un cinema in maniera dissociata. Sullo schermo si svolge una rappresentazione della sua paura, che sarà rielaborata durante il corso della seduta. Si utilizzano a questo scopo la manipolazione delle immagini e delle sotto-modalità della PNL.

La “Fast Phobias Tecnique” funziona molto bene in uno stato di trance leggera, realizzata dopo una breve induzione. La tecnica è interattiva, quindi si deve ogni volta adattare alle risposte peculiari peculiari del soggetto. A quest’ultimo è richiesto il coinvolgimento necessario. Qualora mancasse, meglio affrontare il problema con un’altra modalità.

Perché è efficace

Nessuno nasce con una fobia o con la paura di qualcosa. Fobie e paure sono comportamenti appresi ad un certo punto della vita. Alcune possono avere cause storiche, come la paura del buio appresa da bambini e proseguita fino all’età adulta. Altre possono essere apprese in seguito a un trauma o a un incidente. Ritornare a guidare dopo essere stati coinvolti in un incidente d’auto particolarmente grave non è così facile né scontato.

Nello stesso modo in cui si apprendono, fobie e paure possono essere disimparate. Le tecniche utilizzate in sostanza non sono che un metodo per apprendere ad ignorare l’oggetto o la situazione fobica.

I trattamenti per le parure hanno di solito un alto tasso di successo, anche perché le persone che si rivolgono per questo motivo hanno una forte motivazione a superare il problema. Qualche volta il meccanismo con cui agiscono le paure o le fobie è sottile e sfuggente, per cui ci possono volere alcune sedute per stanarlo ed eliminarlo.