L’ipnosi è stata oggetto di miti, fraintendimenti ed esagerazioni fino dalla sua apparizione. Alcune credenze sull’ipnosi sono finite col diventare fatti reali. Accettare acriticamente affermazioni false, ha allontanato molte persone dall’utilizzo dell’ipnosi. L’ipnosi, invece, può rivelarsi  un aiuto fondamentale per il benessere dell’individuo.

In realtà, molto di quello che si pensa dell’ipnosi, semplicemente non è vero. Il grande pubblico, come molti professionisti altrimenti preparati nel loro campo, danno per scontate verità che non sono tali. Questo è dovuto in buona parte al fatto che la maggior parte delle informazioni sull’ipnosi provengono dal cinema, oppure sono mediate dalla televisione. E’ difficile credere che qualcosa che fa abbaiare come un cane su un palcoscenico possa poi essere usato per restituire la gioia di vivere alle persone.

Il breve elenco che segue riguarda le tematiche che più di altre si sono prestate a fraintendimenti o che mi è stato chiesto di spiegare più spesso.

Perdo la mia volontà

Un ipnotista, altro non è che una guida, un facilitatore del processo ipnotico. Quando si è in ipnosi si mantiene la propria personalità, la propria volontà e si è sempre in grado di interrompere la seduta in qualunque momento. L’ipnosi in quanto tale, non è altro che uno stato di intensa concentrazione spesso accompagnata da un profondo rilassamento.

L’ipnotista controlla la mia mente

Il controllo della mente può essere definito come il processo con cui un individuo è portato a pensare o agire in una certa maniera, indipendentemente dalla sua volontà.

L’idea è che sia possibile, attraverso metodi al di fuori del controllo della persona, manipolare il pensiero, le emozioni, il comportamento o le decisioni di un individuo senza il suo consenso.

Poiché l’ipnosi non è un processo coercitivo, ma una collaborazione tra ipnotista e ipnotizzato, questo pericolo non sussiste.  L’ipnosi è uno sforzo comune tra l’ipnotista e l’ipnotizzato teso a raggiungere un obiettivo prefissato per il benessere dell’ipnotizzato.

Non mi sveglio

Questa è una delle paure più frequenti, ma non ha nessuna ragione di essere. Se il rapporto con l’ipnotista si interrompe, il soggetto si risveglia dopo breve tempo spontaneamente oppure si addormenta e si risveglia normalmente. In realtà l’ipnosi non è uno stato di sonno, ma solo di intensa concentrazione, per cui non ci si risveglia da nulla. Il termine risveglio è utilizzato per motivi storici e in mancanza di un termine più adatto e condiviso.

Un termine alternativo è riorientamento, che si usa per indicare che ci si orienta nuovamente alla realtà percepita durante lo stato di veglia, piuttosto che nello stato di concentrazione interiore promosso dall’ipnosi.

Se l’ipnotista muore

Se l’ipnotista muore mentre siete in trance, vi risveglierete dopo un certo lasso di tempo (Vedi “Non mi sveglio…”).

Può sembrare strano, ma questa domanda mi è stata rivolta più di una volta.

E’ una forma di rilassamento

No. Spesso all’ipnosi si accompagna un rilassamento molto profondo, spesso molto più profondo di quanto sperimentato prima. Questo non significa che l’ipnosi sia nient’altro che un profondo rilassamento.

Al contrario, si può essere in ipnosi senza essere rilassati, facendo per esempio un’intensa attività fisica.

L’ipnosi non funziona

Provare per credere. Di solito l’ipnosi agisce in modo semplice rapido ed efficace e la letteratura sull’argomento prodotta negli ultimi duecento anni ne è una testimonianza.

La fiducia nel metodo aiuta, ma non è indispensabile, e spesso gli scettici, quando si decidono a provarla, sono quelli che ottengono risultati migliori, tanto più in quanto inattesi.

In ipnosi farò o dirò cose che non voglio

C’è un’ampia ricerca che sostiene che nessuno può essere costretto a commettere, mentre è in ipnosi, atti contrari alla sua morale, né a dire o fare cose che non vuole dire o fare.

L’ipnosi è solo suggestione

Nessuno è riuscito a dimostrare questa affermazione, in ogni caso se anche fosse, non ci troverei nulla di particolarmente scandaloso, finché l’ipnosi funziona e riesce ad ottenere dei risultati.

Sicuramente la suggestione è una rilevante dell’intervento ipnotico, che si base su suggestioni dirette, indirette e post-ipnotiche.

Che le persone siano suggestionabili in grado differente senza ipnosi, lo dimostra ampiamente la gigantesca macchina pubblicitaria che si insinua in ogni momento della giornata e su qualunque oggetto contenga lo spazio minimo per una pubblicità.

L’ipnosi è una cura

NO, ma può essere utilizzata come complemento ad altri tipi di trattamento.

L’autoipnosi non funziona

Se appresa nel modo corretto e praticata regolarmente, è uno strumento molto utile per il benessere dell’individuo. Il beneficio principale è quello di iniziare o continuare un processo di cambiamento verso un obiettivo desiderato. L’esercizio e la pratica dell’autoipnosi facilitano i cambiamenti nei comportamenti, nelle sensazioni, nelle credenze e nelle attitudini della persona.

Non sono ipnotizzabile

Provare per credere. Ogni individuo che sia in grado di concentrarsi e voglia sperimentare l’ipnosi è ipnotizzabile. L’unico vero ostacolo che impedisce di sperimentare l’ipnosi, è la paura. Una volta eliminata la paura, ci si può lasciare andare senza ostacoli al processo ipnotico.

Nessuno può essere ipnotizzato contro la sua volontà.

Alcune persone, nonostante desiderino partecipare attivamente, non riescono a concentrarsi abbastanza o a lasciarsi andare a sufficienza da sperimentare lo stato l’ipnotico. Alcuni soggetti sono talmente analitici che invece di sperimentare quello che accade loro, cercano di comprenderlo, invalidando così l’intero processo.

Si diventa dipendenti

Al contrario. L’ipnosi dura poche sedute e da risultati in tempi brevi, stimolando l’autonomia di chi la fa, specialmente nel caso di problematiche di autostima, sicurezza e timidezza. Finito il ciclo di sedute e raggiunto l’obiettivo, non c’è più bisogno d’altro, e il cliente se lo desidera può proseguire il percorso ipnotico utilizzando l’autoipnosi.

L’ipnosi è potente

Sicuramente sì, soprattutto per la sua capacità di modificare le credenze fondamentali dell’individuo (“Io non valgo nulla” è una credenza ben radicata in tutti i casi si mancanza di autostima.).

Cambiare le credenze equivale a cambiare vita.

Alcune persone sono facilmente ipnotizzabili

Assolutamente si, sebbene la ragione per cui lcune persone siano più facilmente ipnotizzabili di altre, non è chiara.

La risposta all’ipnosi non sembra correlare in maniera predicibile con tratti della personalità, come l’immaginazione, la credulità o la sottomissione.

In generale tutte le persone che si immergono facilmente nelle loro attività quotidiana e ne sono assorte, risultano dei soggetti facili da ipnotizzare.

Le FAQ non ti hanno chiarito le idee?

Contattami per ottenere le risposte che desideri

ipnoguida@ipnoguida.net

contatti