Consigli per l’uso

La scelta di un ipnotista è delicata, perché si otterranno buoni risultati con l’ipnosi soltanto se si stabilirà con lui un buon Rapport ipnotico, basato sulla reciproca fiducia e stima.

L’esperienza mi ha portato a formulare alcune regole, che potete seguire per effettuare una scelta:

Cercate di evitare chi fa proclami stravaganti o chi si dice certo di garantire i risultati dell’ipnosi per qualunque cosa. L’ipnosi ha una vasto campo di impiego, ma non tutti possono o sanno fare tutto, né l’ipnosi è adatta a risolvere ogni situazione.

Si ottengono risultati solo instaurando un buon rapport con l’ipnotista. La fiducia e la sintonia che si sviluppano durante l’ipnosi, sono molto più importanti di qualunque tecnica ipnotica. Senza questo requisito fondamentale, non ci sono risultati.

Cosa è importante

La reputazione, il passa-parola, internet sono il primo passo nella scelta di un professionista, ma non fatevi ingannare troppo dalle credenziali o dalla reputazione. Queste hanno il loro valore ma non sostituiscono affatto le vostre aspettative e la vostra personalità. Non andate da nessuno per quanto capace possa essere se vi risulta antipatico o se non vi ispira fiducia. Forse è la migliore persona del mondo e anche la più brava, ma non riuscireste a stabilire un buon Rapport e combinereste poco. Anche se è stato efficace con il vostro migliore amico o un parente, voi non siete il vostro migliore amico o un vostro parente: ciò che ha funzionato per loro non funzionerà necessariamente per voi.

Per quanto possa sembrarvi strano, se siete indecisi tra seguire la ragione o l’istinto nella scelta, seguite l’istinto: voi non sapete come e perché, ma vi condurrà dalla persona adatta.

In un Rapport ipnotico, la persona è ascoltata, accettata, capita e guidata nell’utilizzo delle sue risorse interne. Siete trattati come un individuo e sono percepiti i vostri bisogni.

Un buon ipnotista, ritratterà con il massimo rispetto e non avrà difficoltà a rispondere alle seguenti domande.

  • Da quanto tempo pratichi?
  • Mi puoi dare referenze ?
  • Quali qualifiche ha ?
  • Hai già lavorato sul mio specifico problema?
  • Quanto costa una seduta?
  • Posso venire con un amico ?
  • Insegna autoipnosi?
  • Perché sei migliore dei tuoi concorrenti?
  • Registri le sessioni?
  • Utilizzi l’ipnosi per te stesso?

Quante sedute servono

Poiché siamo tutti differenti l’uno dall’altro, l’ipnosi è un rapporto su base individuale. Non è realistico affermare che ogni situazione può essere risolta in un certo numero di visite. Al massimo si può dare una stima del numero medio di sedute, riferendosi alla propria esperienza. Tuttavia, se nessuno può prevedere il numero totale di sedute necessarie per ottenere dei risultati, un buon ipnotista limita questo numero al minimo. Situazioni che si trascinano da anni, possono essere risolte nel giro di un numero veramente limitato di sedute, e a volte, sorprendentemente, in una sola.

Se non raggiungete risultati sin dalla prima seduta, ossia se non riuscite ad andare in ipnosi, cambiate pure ipnotista, vuol dire che non riuscite a stabilire un buon Rapport con lui.

Prima di cominciare

Prima di cominciare a scegliere un ipnotista, sta a voi rispondere a una serie di domande su quelli che sono i vostri effettivi bisogni, le vostre necessità, la possibilità di affrontare l’ipnosi. Dovete interrogarvi con la massima sincerità sulle seguenti questioni :

  • Voglio veramente raggiungere i miei obiettivi?
  • Ci sono altre vie di uscita?
  • Avrò il coraggio e la costanza di andare fino in fondo?
  • Voglio imparare e cambiare per risolvere il mio problema?
  • Ne so abbastanza sull’ipnosi da poter decidere?

Se cercate una soluzione che non richieda da parte vostra il minimo sforzo, la minima partecipazione e la minima collaborazione, forse l’ipnosi non fa per voi.