Se trovate difficile rilassarvi o non vi rilassate per niente, il rilassamento profondo che si raggiunge durante una seduta ipnotica può essere qualcosa di più della piacevole scoperta di un momento di completa pace e benessere assoluto.

Non può esistere una mente ansiosa in un corpo rilassato
Edmund Jacobson

I benefici del rilassamento sono stati messi in evidenza da molti autori moderni a partire dagli anni trenta con il metodo Jacobson e successivamente da altre pubblicazioni. Una delle più note è il libro “Relaxation response” del Dr. Herbert Benson .

Ormai il rilassamento come tecnica per raggiungere o migliorare lo stato del proprio benessere, è entrata a far parte della nostra quotidianità, portando a un fiorire di tecniche diverse, che però possono ricondursi tutte a due differenti approcci. Il primo, quello orientale, che media le tecniche di rilassamento dalle discipline millenarie dell’estremo oriente come lo yoga, e quello occidentale, che prende spunto dalle tecniche ipnotiche nate in Francia alla fine del XVIII secolo ad opera di Mesmer come dalle tecniche orientali, integrandole e semplificandole per renderle più adatte alla società in cui sono praticate.

Ormai le tecniche sono tante e così numerose, che si potrebbe addirittura parlare di rilassamenti, piuttosto che di rilassamento in senso generale, perché ogni tecnica ha creato scuole e filiazioni, che a loro volta sono diventate scuole. Alcune sono sopravvissute, alcune si sono espanse, altre hanno lasciato appena un segno e sono sparite.

Differenziarsi, è sempre stato il tema principale delle varie scuole di rilassamento, sia per questioni legate ad un differente approccio filosofico, sia per differenziare il proprio marchio sul mercato. Dal punto di vista dell’osservatore esterno che desidera impadronirsi della tecnica del rilassamento, vale la pena chiedersi se è vera l’affermazione fatta da ogni singola scuola di essere l’unica e sola in grado di raggiungere lo stato specifico di coscienza legato al rilassamento profondo.

Lo stato autogeno di Schultz, oppure la coscienza sofrologica di Caycedo, o il Samadhi dello Yoga, per tacere di molti altri, non sembrano ad un esame ravvicinato e condotto senza pregiudizi, tanto dissimili tra loro. Anche i metodi impiegati per raggiungere questi differenti stati, per quanto sfruttino tecniche differenti, hanno in comune la concentrazione della mente su una singola idea o pensiero, che a sua volta richiama il monoideismo di Braid.

Rispetto a tutte le altre metodologie, l’ipnosi offre un rilassamento immediato, molto profondo, che si sperimenta a partire dalla prima seduta, che non ha bisogno di nessun apprendimento particolare e che non si basa su nessuna filosofia, teoria o concezione astratta dell’essere umano, ma ha le sue basi nella fisiologia del corpo umano.

L’apprendimento non è necessario, perché si sperimenta immediatamente una volta entrati in ipnosi, senza dover fare nulla, e una volta che lo si è sperimentato, entra a fare parte delle memorie, dei ricordi del corpo e della mente. E’ lì a nostra disposizione, pronto per essere utilizzato quando occorre. E’ quindi molto facile per chiunque entrare successivamente nello stesso stato raggiunto con l’operatore, per sperimentarne tutti i benefici. Le tecniche auto-ipnotiche per accedere al rilassamento profondo sono talmente semplici ed elementari che possono essere apprese e praticate da tutti.

L’effetto immediato del rilassamento profondo, soprattutto per chi non lo ha mai sperimentato prima, è la scoperta che fino a quel momento non si era mai stati veramente rilassati. Si scopre che c’è un livello di rilassamento più profondo, al termine del quale ci si sente rinvigoriti e soddisfatti e durante il quale si sperimentano piacevoli sensazioni di benessere.

Quando ci rilassiamo, non solo ci prendiamo cura del nostro corpo, ma della nostra mente, essendo entrambe strettamente collegate. La normalizzazione della pressione, il raggiungimento e il mantenimento della calma, la capacità di concentrarsi meglio oppure di recuperare le energie ed essere grado di fare uno sforzo maggiore quando occorre, sono obiettivi che è possibile raggiungere dedicando una piccola porzione del nostro tempo al rilassamento profondo.

Rilassandoci entriamo in maggiore contatto con noi stessi e le nostre emozioni. Durante il rilassamento promuoviamo attitudini interiori che non riuscivano a realizzarsi spontaneamente e spesso ne scopriamo alcune prima sconosciute, nascoste e soffocate dai rumori di fondo della nostra vita frenetica.

Il rilassamento profondo è il modo migliore per accedere alla ricchezza della nostra mente .

Ipnosi per il rilassamento profondo

L’ipnosi non è rilassamento, ma il rilassamento può essere raggiunto facilmente con l’ipnosi.

Indipendentemente dal giudizio sulle proprie capacità di rilassarsi o sul livello di stress cui si è sottoposti, ogni persona è in grado di raggiungere un rilassamento benefico, estremamente piacevole.

Insegno ad instaurare uno stato di rilassamento profondo con l’ipnosi in poche sedute e le tecniche di autoipnosi per ottenerlo da soli, a piacimento, ogni volta che lo si desidera.